NOTIZIE - COMMENTI - FATTI - PENSIERI - CURIOSITA'...E...UN PO' DI ANDREA...

LAMPADINE A RISPARMIO ENERGETICO ? OBSOLETE,ORA SI ILLUMINA CON IL POLLO


Lo so,lo so, si fa fatica a crederci, ma cosi' è, del resto la tecnologia è andata avanti, talmente avanti che a volte alcune cose accadono e non si sa perchè. Quanto raccontiamo è accaduto due giorni fa a una casalinga di Montecchio Emilia in provincia di Reggio. La rezdòra acquista in un supermercato della zona una confezione di cosce di pollo e si avvia alla preparazione di un piatto particolare che prevede una precedente disossatura dopo di chè porta il rimanente nel garage di casa ponendolo sopra un tavolo in attesa dello smaltimento. La donna inizia a cucinare la prelibatezza, successivamente dovendo ri recarsi in garage nota con innegabile sorpresa , prima di accendere la luce della regolare lampada, una bella luce verdolino fluorescente di soddisfacente luminosità provenire dalle ossa delle cosciette precedentemente portate. La signora con la collaborazione dei famigliari decide di disfarsi della gratuita illuminazione fornendo il materiale luminescente all'Asl, a seguire effetua una denuncia ai Nas dei carabinieri i quali stanno indagando. Inutile scrivere che in casa della "fortunata" rezdòra hanno preferito tenersi leggeri mangiando mozzarella con la speranza di non "vincere" quella multicolor. Verso metà agosto un caso simile è accaduto in provincia di Belluno, nello specifico erano ali di pollo diventate fluorescenti dopo la cottura. L'istituto zooprofilattico delle Venezie dopo "adeguate" indagini si precipitò ad affermare l'inesistenza di particolari pericoli previa buona cottura, trattandosi di normali (? n.d.a) microorganismi presenti normalmente nell'aria. Quindi nessun all'armismo mangiate tranquilli. Se dobbiamo essere sinceri inviteremmo volentieri i signori dell'istituto ad una bella cena a base di pollo luminoso, cucinato in modi diversi e appetitosi, naturalmente per noi solo le patate di contorno.

Nel caso dobbiate illuminare grandi saloni provate con il tacchino.

Andrea Notari




-

QUEL GRAN PEZZO DI MARCHIONNE...















Vi chiederete: "Mbè...ecchecentra il titolo ?"... Il titolo sta a Marchionne come Marchionne sta alla Fiat (Fabbrica Italiana Automobili Torino) e a un un famoso film titolato: "Quel gran pezzo dell'Ubalda..." interpretato da Edwige Fenech ex di Montezemolo. A mio avviso quanto affermato durante una trasmissione televisiva dall'uomo è un tantino fuori luogo e forse anche un poco falso. Che i polacchi siano grandi lavoratori non lo metto in dubbio, per stile di vita e quant'altro, sui brasiliani (nessuno si senta offeso) ho i miei dubbi: per stile di vita e per una visione delle cose del mondo totalmente diversa dalla nostra. Un mio conoscente italiano è proprietario di alcuni supermercati in Brasile e mi raccontava che per essere sicuro di avere cento persone a lavorare il mattino deve contare almeno su centocinquanta, già... Mi raccontava anche che secondo come ci si alza il mattino si decide se andare al lavoro, al mare o in altri luoghi di divertimento. Il rendimento è incostante, visto che si cavalca l'onda, come usano dire da quelle parti, ovvero si prende la vita come viene e sopratutto con calma cercando di goderne al massimo con il minimo sforzo. E secondo voi quanto mai godrà della vita un brasiliano in una catena di montaggio Fiat ? Non è mia intenzione offendere il modo di concepire la vita dei brasileiri, anzi, li invidio. Quindi ritengo la storia della Fiat brasileira una balla. Per il resto, ci vuole una bella faccia per fare certe affermazioni dopo che lo stato, ovvero noi, abbiamo pagato almeno tre volte quell'azienda con continue sovvenzioni, e per ripagare il tutto la Fiat ha portato gli utili all'estero. Bravi,bene,bis... Nulla ho sentito sulla qualità del prodotto, che parliamoci francamente,non è mai stato un granchè e continua a esserlo. Migliorare il prodotto, confrontarsi con il meglio dell'automobile che c'è nel mondo, studiare maggiormente il design, queste sono a mio avviso le sfide vere e proprie che nulla hanno a che fare con lo scontro nel mercato verso infime auto che arrivano da Cina e India prodotte in milioni di esemplari al ritmo di come da noi si possono fare i gnocchi Rana, il confronto deve essere più alto. Un tempo si diceva che in Italia c'era il peggio (Fiat) e il meglio (Ferrari) dell'automobile nel mondo, ne abbiamo dimostrazione, è un dato di fatto che Lapo Elkann viaggia in Ferrari, lo stesso ha affermato che dalla vita vuole e cerca sempre il meglio.
Aenne

NIKI VENDOLA: SINISTRA,ECOLOGIA,LIBERTA',UGUAGLIANZA E FRATERNITA'...AMEN












Tutti a "messa" da Niki Vendola il quale al primo congresso della Sel (sinistra, ecologia e libertà) si autonomina compagno capo, con un comizio finale di grande riflessione ma nei fatti di poca praticità in merito ai veri problemi del paese Italia. Ecologisti, ex diessini, ex di rifondazione, ex e ancora ex di altro movimento ex. Lì seduti e commossi, il suo discorso inframmezzato da passaggi rivolti all’uno o all’altro: dalla necessità di ripensare generalmente l’ecosistema mondiale, o a garantire la sicurezza per Israele ma (anche) una patria per i palestinesi, fino alla riformulazione di un nuovo welfare (“Con una maturazione dei diritti sociali e di libertà e una battaglia per il reddito di cittadinanza”). Quindi l’abbraccio ideale con il segretario della Fiom, Maurizio Landini, attraverso l’appoggio allo “sciopero generale, perché noi abbiamo bisogno della Cgil, è l’Italia ad averne bisogno, per ricomporre quello specchio caduto in frantumi che ci permette di specchiarci. Ma sia ben chiaro, credo nell’indipendenza del sindacato”. Per poi puntare il dito contro i tagli alla cultura: “Proprio noi che siamo il paese di Verdi e Puccini. E nonostante l’industria della cultura sia la più grande dell’Italia con i suoi 300mila occupati, altro che parassiti. La verità? E’ che vogliono toglierci la possibilità di essere intelligenti e colti, di essere liberi. Perché nati non fummo pere vivere come bruti”.

Alcune affermazioni di Vendola sono assolutamente condivisibili, ma nella sostanza elusive rispetto ai reali e urgenti bisogni dell'Italia e degli italiani.
E' nato un nuovo "Re" ? Per chi se la sente e lo riconosce come tale, naturalmente , viva il "Re"! E gli altri ? Attendano, le speranze sono poche ma non si sa mai...

Andrea Notari - ipse dixit
..........................................................................


RIGOR MONTIS

 Pare che l'uomo del Monte,avvisato dell'enorme felicità sparsa nel paese alla notizia dell'acquisto di 400 nuove auto blu', ci abbia ripensato dicendo rigorosamente ni. Pare... 
A.N.  
 
 
 

BARACCOPOLI


In tv è ricomparso Sergio Baracco da Valenza, quello di amici avavava!! Televendeva parure, gioielli che mi sembravano paccottiglia a chili, pacchi di gioielli, ripeteva continuamente “amici!”, poi arrivava la proposta, “amici!”, e infilava nel pacchetto da vendere una roba che diceva pvestigiosa, “vubìno vosso sangue di piccione”, era compulsivo, si agitava, urlava, “Amici!”, diceva di perderci, faceva a tutti (deo gratias) un favore pazzesco, gioielli presentati come appartenessero alla Corona Inglese, e lui per novantanove euro te li "regalava" insieme a un vevo vubìno vosso sangue di piccione”. Mi ha sempre dato l’impressione di uno sniffato. Ebbene si è tornato ora non vende più gioielli,non fa più il gioco delle tre scatole,ma chiede agli italiani di dargli il pvoppio ovo,quello che non sapete di aveve (dice lui) guaddate,vivoltate i cassetti,ci date l'ovo e noi vi diamo denavo contante...(wow !! n.d.a) e continua e poi,poi,quell'avgento,che magavi avete da anni cosa ve ne fate ? Poi diventa bvutto e sempve li' a pulive,pulive,pulive,datecelo a noi e noi ve lo paghiamo in contanti... Vabbè,chissà quanti sono gli italiani che hanno l'ovo e non sanno d'averlo,forse,l'ovo di Pasqua... In contanti...paga...già...fino a mille euro,poi un assegnino...
------------------------------------------------------------------------------
Che ci crediate o meno, tutto quello che trovate qui sotto è frutto delle trasmissioni televisive dell'uomo di Valenza Po. Non c'è nulla di inventato. Tutto è, irresistibilmente, made in Baracco!
• Baracco affarista
...è il momento signovi pev compvave l'ovo (oro), quindi ho bisogno di liquidità! Devo svendeve!!!! (Scatto d'ira improvviso)
• Baracco al verde???
...signovi...ho pvoblemi in famiglia!...non vi posso dire! Non vi posso dire!
• Baracco in svendita
...la ditta di Valenza Po deve compvave dei macchinavi pev la lavovazione dell'ovo...devo svendeve...pev della liquidità...
• Baracco in Borsa
...un amico mi ha incavicato di svendeve questi gioielli pevché deve acquistave delle azioni pev una minieva di smevaldi in Colombia...
• Zio Baraccone
...abbiamo miliavdi di acquemavine...ci facciamo il bagno nelle acquemavine!!!
• Baracco stregone
...vubini boovman sangue di piccione...
• Baracco filosofo
...questo diamante...il diamante è la pietva dell'etevnità...della vostva vita che continua dopo la movte...e la vostva vita non vale 99 euvo ?
• Baracco poltergeist
...cosa devo faaaave pev viuscive a vendevvi i miei gioielli...devo entvavvi in casa attravevso il televisove!!!
• Baracco corriere
...se mi compvate questo scvigno di gioielli ve li povto pevsonalmente a casa vostva...vengo anche in motovino e ve li dò in mano...
• Baracco Perugina
...al giorno d'oggi con 99 euvo live non compvate neanche un cioccolatino.
• Baraccopoli
E adesso accatastatevi ai telefoni!

Andrea Notari - ipse dixit


-

Benefattori del mondo o cospiratori burattinai ?



Alla domanda: “Che cos’è il gruppo Bilderberg?” Da un pubblico medio, ci si possono aspettare risposte del tipo:tutte teorie da cospirazionisti,oppure,lascia perdere quelle stupidaggini!. Eppure sono riuscito ad acquistare una copia ormai quasi introvabile dell’autobiografia di David Rockefeller, dove lui stesso non sembra certo nascondere l’esistenza del gruppo. A pagina 411 del suo “Memoirs”, afferma: “Il Bilderberg è un gruppo di discussione annuale molto interessante che dibatte su temi significativi per l’Europa e per l’America”. Perché allora si svolge a porte chiuse? Perché non c’è mai un giornale che si degni di parlarne? Tra parentesi, per gli scettici, su Youtube si possono trovare anche i video di Alex Jones, che ha ripreso più di una volta l’arrivo di capi di stato e di molti dei più potenti uomini d’affari. Si tratta di una cricca composta dagli uomini più influenti del pianeta, e ogni anno si riunisce in lussuosi hotel per discutere questioni di importanza internazionale. “Il principe dei Paesi Bassi convocò la prima conferenza nel 1954″ spiega Rockefeller. “Io fui uno degli undici americani invitati, e si unirono 50 delegati dai paesi europei, un vivace mosaico di politici, uomini d’affari, giornalisti e sindacati”. “La conferenza” continua Rockefeller “ha servito un nobile scopo, e il consenso era che noi dovevamo incontrarci ancora l’anno seguente sotto la presidenza del Principe Bernhard. Decidemmo anche di chiamare la riunione “Bilderberg”, che era il nome dell’hotel di Oosterbeek dove vi fu la prima conferenza”. Attenua i toni a pag. 405, ma si lascia sfuggire qualche altro particolare: “Alcuni credono che siamo parte di una cabala segreta che lavora contro i migliori interessi degli Stati Uniti, definendo la mia famiglia e me come internazionalisti, e di cospirare con altri nel mondo per costruire una struttura politica ed economica integrate – un nuovo mondo, se volete. Se questa è l’accusa, mi dichiaro colpevole, e sono orgoglioso di esserlo”. Spero, a questo punto, che non abbiate più dubbi sull’esistenza del Bilderberg. La cosa veramente grave di questi incontri è che si svolgano a porte chiuse, nel più assoluto silenzio dei media. Chiunque si aggiri nei paraggi dell’hotel prima o poi viene fermato dalle forze di polizia o dai servizi segreti e sottoposto a intensi interrogatori. Ma cosa si dice in queste riunioni? Giornalisti investigativi come Daniel Estulin, con diversi contatti nel mondo dei servizi segreti (suo nonno lavorava nel KGB) e diverse conoscenze nell’entourage dei potenti, ci hanno più volte sorpreso con le loro previsioni: come la salita del petrolio a 150 dollari (poi attestatosi a 147) e la successiva ricaduta, oppure l’arrivo della crisi, con anni di anticipo. Tutti argomenti discussi al Bilderberg. E chi sono gli italiani che vi hanno partecipato? Tra i più conosciuti citiamo Mario Draghi,Tommaso Padoa Schioppa, Corrado Passera, Romano Prodi, Alessandro Profumo, Gianni Riotta, Giulio Tremonti, Marco Tronchetti Provera, Walter Veltroni, Ignazio Visco.


Aenne


Se desideri vedere gratuitamente un video sulla cospirazione globale clicca ---> Video


-

CHI E' MORFEO ? ... BREVE CRONACA DI UNA NOTTE INSONNE...


















Ieri notte preso da una moltitudine di pensieri pensierosi,preoccupato per la "mia"
gente e il disinteresse dello stato,dopo avere contato un qualche migliaio di pecorelle e qualche pecorello all'inseguimento,visto e appurato che l'abbraccio di Morfeo non arrivava ho deciso di accendere la tv. Sono un paio di anni che la guardo poco,quasi niente,constatato che sul web c'è di tutto di piu' e poi amo ascoltare la radio. I canali sono molti grazie al digitale terrestre,quelli che si vedono pochi,sempre grazie al digitale terrestre;molti trasmettono pubblicità di oggetti a dir loro utilissimi dei quali non si puo' vivere senza,sconti pazzeschi,da non credere...infatti non ci credo e proseguo...toh il signor Monti in primo piano che pontifica balle:viso da Nosferatu,occhi con il nulla dietro,guardandolo non si puo' non notare l'insipidità dell'insieme,chissa' se i professori del Cepu o della Scuola Radio Elettra hanno lo stesso insieme cosi' "vivo e scaltro". Mentre sono li' per cambiare canale gli occhi volgono lo sguardo nell'angolo in basso a destra dello schermo,non è la rai che trasmette l'ometto e nemmeno mediaset,si legge infatti il logo hse ovvero:home shopping europe,certo che è caduto in basso mica da ridere è il mio primo pensiero,se lo vendono scontatissimo lo compro e lo regalo impacchettato a dovere alla Cina cosi' fermo il veloce progresso economico il secondo,il terzo è quello di non pormi ulteriori domande e ascoltare cosa ha di tanto straordinario da dire per essere trasmesso da una tv che h24 vende prodotti dallo straordinario sconto e dei quali nessun essere del globo terraqueo puo' fare senza...alzo leggermente il volume...un paio di minuti e il primo sbadiglio,ne passa un altro il secondo sbad..zzzzzzz....addormentato. Ora so' chi è Morfeo.

 
Andrea Notari - ipse dixit


-

IL GOVERNO PENSERA' ALL'EVASIONE DELLE TASSE


--------------------------------------------
--------------------------------------------
Non abbiamo posizioni politiche espresse,non abbiamo tessere di alcun movimento politico,non accettiamo di essere presi per i fondelli da nessuno si chiami La Russa, Berlusconi, Vendigoni, Rutelli,Catagnini, Castagnetti o altri. A dire del Ministro della difesa, Berlusconi avrebbe chiarito sulle società offshore e "amenicoli" finanziari vari ? Ma chi caspita crede di prendere ancora per il di dietro ? Cos'è il film scemo e più scemo ? No !! Ci spiage gentile ministro ma non gi stiamo !! Le favole le racconti a Geronimo, suo figlio. Ricordiamo,tanto per non dimenticare, che lei un annetto fa ha autorizzato la spesa di 23 miliardi e sottolineiamo miliardi di euro per alcune spesucce tra gli altri 131 cacciabombardieri, elicotteri,fregate e compagnia. Poi dite alla gente non c'è denaro !! Poi fate una finanziaria mettendo con il culo (ci si perdoni il termine) per terra Italia e Italiani !! Suvvia e smettiamola con queste pagliacciate !! Vuole che qualcuno senza immunità parlamentare elenchi ? Accontentato.
-----------------------------------------------
Il nome di Silvio Berlusconi esce sovente per fondi neri all’estero,lo hanno accertato sentenze definitive,come quella per il corrotto e prescritto avvocato David Mills, il mago delle off shore del premier. O la sentenza del processi All Iberian 2, che ha accertato una colossale evasione fiscale, 1500 miliardi di lire, ma non ha potuto decretare la condanna di Berlusconi. Come? Grazie a una delle sue leggi, quella sulla depenalizzazione del falso in bilancio, “ il fatto non costituisce più reato”. Tra Antigua e le Bermuda, intestate a off shore Berlusconi è proprietario anche di una barca di 48 metri, valore all’incirca 13 milioni di euro. È intestata alla società Morning Glory Yachting Limited, neanche a dirlo, con sede alle Bermuda.
Il salto verso i fondi neri, il Cavaliere l’ha compiuto a metà anni ’90 servendosi di Mills, soprannominato l’architetto delle off shore. Le società occulte all’estero hanno permesso a Berlusconi di accantonare centinaia di miliardi di lire, di evadere il fisco, di pagare mazzette, come i 21 miliardi a Bettino Craxi, di eludere la legge Mammì, che all’epoca impediva a un editore di avere più di 3 televisioni. Il cavaliere, invece, era anche l’azionista di maggioranza, segreto, di Tele più. La sentenza di primo grado del processo Fininvest- Gdf del ’96 ha stabilito che alcuni militari delle fiamme gialle si sono fatti corrompere proprio per non indagare sulle off shore del biscione. In appello e in Cassazione le prove per condannare il premier non sono state ritenute sufficienti. In secondo grado ha contribuito alla sua salvezza, la falsa testimonianza di Mills del novembre ’97. Sappiamo adesso che per quella, come per un’altra deposizione reticente, al processo All Iberian, gennaio ’98, il legale ha avuto 600 mila dollari. E per queste dichiarazioni taroccate in suo favore, Berlusconi è ancora sotto processo. Sospeso, come gli altri procedimenti, grazie ai vari scudi. Ai giudici milanesi di All Iberian, Mills ha nascosto tra l’altro anche i reali beneficiari di “Century One” ed “Universal one”, le due off shore nell’isola di Guarnsey, intestate a Marina e Piersilvio Berlusconi, per decisione del padre. Un fatto che scopriranno nel 2004 i pm Fabio De Pasquale e Alfredo Robledo. Mentre i difensori di Berlusconi fino ad allora avevano ripetuto che erano “ società del tutto estranee a Fininvest e Mediaset”. I falsi in bilancio, conseguenza del vizietto delle off shore, hanno portato a un altro processo: quello per la compravendita dei diritti tv di Mediaset. Ma grazie a un’altra delle leggi ad personam, la ex Cirielli, che ha accorciato la prescrizione, sono state azzerate la frode fiscale per 120 miliardi di lire e l’appropriazione indebita per 276 milioni di dollari, fino al 1999. Restano in piedi quelle fino al 2003. C’è poi una costola di questa indagine, denominata “Mediatrade-Rti”, in fase di udienza preliminare, bloccata sempre per il legittimo impedimento. Berlusconi è accusato di appropriazione indebita e frode fiscale. Mentre il figlio Piersilvio e il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri di frode fiscale, fino al settembre 2009. Secondo la procura di Milano, Mediaset avrebbe nuovamente falsificato i bilanci e gonfiato i costi per l’acquisto di diritti tv da major americane. I soldi, 100 milioni di dollari, sarebbero transitati su banche estere e, in gran parte, confluiti su conti riconducili a Berlusconi e ad alcuni suoi manager. A Silvio Berlusconi, sono contestate operazioni tra il 2002 e il 2005. Anni, come per l’inchiesta madre, in cui era sempre presidente del Consiglio. Un vecchio detto recita che una buona madre pensa prima ai propri figli poi ai figli degli altri. Voi che leggete per il Presidente Berlusconi siete evidentemente i figli degli altri.

Andrea Notari - ipse dixit










Elenco per gli altri post o clicca in alto a destra su post più vecchi per girare pagina --->

Questo blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Quanto pubblicato non è a scopo di lucro.