NOTIZIE - COMMENTI - FATTI - PENSIERI - CURIOSITA'...E...UN PO' DI ANDREA...

NAPOLITANO LO ZAR
















C'era da aspettarsi anche questa,visto che Napolitano è un appartenente alla casta e non un ex come molti bonariamente hanno pensato. Straccia la costituzione,della quale dovrebbe essere il massimo garante,si autoelegge re e forma una commissione di "saggi" i quali dovrebbero mettere d'accordo i vecchi partiti che ci hanno portato alla rovina e formare un "inciucione". La casta,i distruttori del paese,coloro che ci hanno portato alla rovina,coloro che ci hanno succhiato denaro come vampiri,mentre loro festeggiavano con camionate di denaro pubblico a puttane e champagne non lasciano la presa. Ci hanno tolto il buon umore,la speranza,il lavoro e come lupi affamati di potere non cedono. Temo molto che tutto questo possa avere risvolti drammatici,vedo rivolte e sangue,ma non il nostro,del popolo che non ne puo' piu' da tempo e questi imperterriti fregandosene totalmente continuano. Come possono coloro che hanno distrutto un paese,che non hanno fatto le giuste riforme quando potevano farle,che hanno rubato l'impossibile e sono sostanzialmente impuniti rimettere a posto le cose ? Questo mi chiedo e vi chiedo.

Aenne

-

DOPO I SAGGI NAPOLITANO CONVOCA I VEGGENTI

Voci di corridoio del Quirinale dichiarano il ritiro dei saggi,vista l'indefinibilità del livello di saggezza con una sostituzione di dieci veggenti tra i convocati figurerebbero:Adriano il mago di Milano, Sarah Tullia la veggente di Agrate Brianza,la numerologa Ada Moricon,il mentalista Filippo Pappetti,l'astrologo Gian by Jan, Wong Who Ning specializzato nella lettura dei piedi (il quale leggerà i piedi di deputati e senatori), Mariano Gastrotulli lo psicoveggente di Barletta, il Mago di Bruxelle Jean Paul,la cartomante Marina Tornabuoni e il sensitivo Rocco Maccaferro. I dieci,dopo avere svolto alcune pratiche alla camera,si recheranno in ritiro sul Gran Sasso dove attenderanno una notte di luna piena per lanciare energie verso Montecitorio e ricevere il ritorno analizzandolo e ricercando il bandolo della matassa. Nello stesso tempo l'esaurito Pier Luigi Bersani verrà inviato sul monte Amiata,dove all'interno di una caverna si porrà in meditazione.

Aenne

-

BEPPE GRILLO NON SBAGLIA


















Non credo Grillo sbagli quando afferma se falliamo violenza per le strade. Il movimento di Grillo e Casaleggio è stato ed è una valvola di sfogo democratica per tutti quegli italiani che esausti non ne possono piu',non vedono futuro per questo sistema marcio fino al midollo. Durante i suoi comizi le piazze erano piene all'inverosimile,traboccanti di gente arrivata alla frutta da molto tempo,che vedevano e vedono un esile speranza per un vero e proprio cambiamento,che vedono una speranza di fare pagare errori e ruberie a chi li ha fatti e non al popolo,che vedono una speranza di fare restituire il maltolto ammontante a miliardi e miliardi di euro a gentaglia professionista della politica e del malaffare. Da non dimenticare i milioni di italiani sfiancati che non hanno votato,ritenendo che nemmeno il movimento di Grillo possa combinare qualcosa contro un sistema radicato traboccante di corruzione e appoggi in ogni dove. Il rischio quindi c'è e possiamo biasimare chi intende lottare per rivedere un futuro per se' e i propri figli ? La casta si è arroccata mettendo in campo una disinformazione violenta e assurda. Credo,ora,stiano scherzando non con il fuoco ma con la polvere da sparo.
Una manica di imbecilli,scribacchini al soldo della casta,dei poteri forti,sta'giocando con le parole,nella speranza vengano colte dal popolo,definendo Grillo hitleriano e antisemita. Questa gentaglia vomitevole,somaramente impeccabile, fa esercizio di disinformazione disonorando chi ha combattuto gli ideali nazisti e chi per quei folli ideali è deceduto nei campi di sterminio o altrove. L'ottusità di questi scribacchini è tale che non accettano confronto e critiche,sentendosi evidentemente mossi da sacra e improfanabile fede nel sistema e nella vecchia casta politica di ladri. Non sono ne l'avvocato di Beppe Grillo,ne di Casaleggio,ma la disonestà di questi elementi,di questi infangatori del vero giornalismo arriva e travalica lo schifo.
-------------------------------------------------------------------------------------------------
Quanto sotto è una diatriba che ho avuto con un lavoratore della penna a proposito di inusitati attacchi all'M5S e alle persone di Grillo e Casaleggio.

 
Da un po' di tempo a questa parte,caro Xxxxx,non posso non notare come tu stia facendo un operazione antigrillo decisamente poco convincente. Prendere ogni frase, ogni parola,ogni cosa detta o fatta e rigirarla sempre e comunque contro non lo trovo correttissimo. Ad esempio posso citare gli scritti di Casaleggio che anch'io ho letto attentamente e non trovo assoluto fondamento nella tua interpretazione hitleriana.Quanto tu stai facendo non fa altro che confermare i timori di Grillo nel rivolgersi alla stampa italiana. Questo accanimento a testa bassa come un toro quando vede rosso lo trovo assurdo. Chi ti scrive,come ben sai,non appartiene al grande circo dei giornalisti con la G maiuscola considerandosi solo unicamente "uno che se la cava",ma i colleghi di alto rango,pur non avendo parole da Grillo o Casaleggio arrivano addirittura a ipotizzarne le affermazioni e smembrarle come cani da guardia del vecchio sistema che ci ha portato sul precipizio. Piaccia o non piaccia Grillo e Casaleggio sono stati chiari e coerenti fino dall'inizio dell'avventura elettorale - se avremo la maggioranza governeremo,in caso contrario valuteremo legge per legge - e questo stanno portando avanti,riscrivo:piaccia o meno.
----------------------------------------------------------------
Questa la sua risposta: 

io non do da intendere nulla e passo la mia vita a studiare, capire, cercare e poi, però, prendermi le responsabilità, Chiaro? Bene. Detto questo:; Beppe Grillo ha più volte espresso le sue antipatie per gli ebrei, ha detto in piazza San Giovanni, credo riferendosi ai giornalisti, che bisogna "selezionare la razza". E poi che altro senso può avere quelle frase se non l'antsemitismo visto che l'ha detta a Gad Lerner? E che senso ha la sua pubblica simpatia per il dittatore iraniano dichiaratamente antisemita oltre che antiisraleiano Mahmud Ahmadinejād? Non parlo mai a vanvera mio caro Notari. E comunque se pretendi rispetto per il tuo punto di vista non demonizzare quello degli altri. Non ho altro da aggiungere e qualsiasi altra cosa tu scriverai su questo tema non risponderò più. Abbasso gli antisemiti come Grillo e Casaleggio.

E questa la mia controrisposta finale:
 
Non sono certo l'avvocato difensore di Grillo e nemmeno antisemita,se tu caro Xxxxxxxxxx, te la prendi in questo modo per la semplice espressione di un mio pensiero in merito a ciò che scrivi e si deve sempre e comunque chinare il capo e dicendo "tutto va' bene madama la comare",non sei diverso dai Grillo e i Casaleggio che tu pensi. Sarà quindi solo un piacere non aggiungere altro in merito. Sono molto bravo anch'io sai a giocare con parole e sottintesi ma mi hanno insegnato che questo modo di fare non è cosa giornalistica ma di avvocati durante le requisitorie. Mi spiace tu te la prenda tanto,le tue parole sono rancorose all'ennesima potenza. Lo scrivere "Chiaro ?" come fossi l'imbecillotto del villaggio,riferirti al sottoscritto utilizzando il cognome confermano quanto sopra,ma non ne trovo una logica spiegazione se non che TU NON ACCETTI NESSUN GENERE DI CRITICA. Bene ne prendo atto,passo e chiudo. Saluti cari.
----------------------------------------------------------------------
----------------------------------------------------------------------
La persona di cui sopra non è un "pivellino" del giornalismo,ha diretto redazioni di periodici nazionali e collaborato con organi di stampa quotidiana....un ultracinquantenne...e questo sconcerta ancora di piu'.
Credo di essere stato uno dei primissimi giornalisti a contestare Grillo con un testo di anni fa che ancora gira per il web,non mi sono immolato improvvisamente alla causa,ma quasi un anno fa mi venne proposto da un editore di scrivere un libro di genere investigativo in merito e contro Grillo,Casaleggio e all'M5S probabile titolo: "Il Grillo furioso". Iniziai ad effettuare ricerche su ricerche,leggere i libri di Casaleggio e quant'altro,arrivando alla convinzione che visto il baratro nel quale era finito il paese l'M5S poteva essere una soluzione democratica per saltare fuori da una situazione folle. Quindi il rifiuto di realizzare il testo.

Andrea Notari - ipse scripsit



-

Elenco per gli altri post o clicca in alto a destra su post più vecchi per girare pagina --->

Questo blog e' un prodotto amatoriale e non editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001. Quanto pubblicato non è a scopo di lucro.